Si è conclusa oggi, giovedì 13 settembre 2018, presso la sede dell’associazione culturale “La roccaforte del Nord” di La Spezia una serie di incontri territoriali avvenuti nelle province Liguri atti ad illustrare il protocollo d’intesa tra Fita (Federazione Italiana Teatro Amatori) e Miur (Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca).

Hanno preso parte a questi incontri i rappresentanti degli istituti scolastici, il Dr. Benedetto Maffezzini in rappresentanza dell’Ufficio Scolastico Regionale e Giovanni Cepollini Presidente Regionale della Fita coadiuvato dai rispettivi Direttivi Provinciali.

Si è parlato di  iniziative regionali volte a promuovere il patrimonio culturale nell’ambito delle azioni previste dal Piano Triennale delle Arti.
Le disposizioni normative contenute nel D.Lgs. n. 60/2017 “Norme sulla promozione della cultura umanistica, sulla valorizzazione del patrimonio e delle produzioni culturali e sul sostegno della creativita’” e nel D.P.C.M. 30 dicembre 2017 “Adozione del Piano delle arti”, costituiscono du fatto la cornice normativa di riferimento nonchè punto di partenza per il conseguimento degli obiettivi e delle finalità previsti.
Il Protocollo di intesa Miur-Fita intende promuovere e programmare azioni finalizzate al potenziamento delle attività teatrali e delle arti visive a scuola, in linea ed in continuità con quanto, da anni, si sta già realizzando nelle Scuole liguri su questo specifico tema. Il tutto utilizzando non solo la lingua madre, ma anche le lingue straniere ed i dialetti (patrimonio linguistico territoriale).
Si è parlato poi di alternanza scuola-lavoro, pratica che i ragazzi potranno svolgere in collaborazione con Fita e quindi in ambito legato alle attività teatrali, e che permetterà loro di accumulare crediti scolastici in un ambiente artistico e creativo.

Servizio televisivo su Tele Liguria Sud

Protocollo Miur-Fita – Quando il teatro amatoriale incontra la scuola