Si è svolta sabato 12 gennaio 2019 presso il Teatro Ambra di Alessandria l’assemblea interregionale organizzata dai Presidenti Regionali di Piemonte, Lombardia e Liguria in merito alla fatturazione elettronica e non solo.

I tre presidenti regionali: Piemonte-Montagnoli, Lombardia-Sala, Liguria-Cepollini

Dopo il saluto di rito da parte dei Presidenti Regionali, rispettivamente Montagnoli, Sala e Cepollini, nonché del Consigliere Nazionale Lavizzari, i numerosi presenti giunti dalle rispettive sedi, hanno potuto ascoltare le spiegazioni ed i chiarimenti da parte del Dr. Roberto De Giuli, commercialista e consulente Fita, in merito all’argomento principale all’O.d.G. cioè: la fattura elettronica.

Dal 2016 per gli Enti è obbligatoria la fatturazione elettronica, dal luglio 2018 l’obbligatorietà è stata estesa ad altri soggetti tra cui i subappaltatori dei lavori pubblici.
Dal primo gennaio 2019 l’obbligatorietà della fatturazione elettronica è stata estesa anche ai privati.
Sono obbligati alla fatturazione elettronica tutti i soggetti in possesso di partita IVA, fatte salve alcune categorie.
Tra quelle categorie che possono maggiormente interessare le Compagnie teatrali, si segnalano le seguenti:

a) quelle soggette a regime forfettario L. 190/2014
b) quelle soggette a regime forfettario attinenti alla L. 398/1991 che abbiano ricavi contenuti entro 65.000,00 euro annui. In quest’ultima categoria rientrano tutte le Associazioni no profit.

Risultano esclusi tutti i soggetti con il solo Codice fiscale, per i quali, almeno per ora, non cambia nulla.
A tal riguardo anche gli Enti (Comuni, Province ecc) dovranno emettere fattura cartacea.

Successivamente al Dr. De Giuli, il consigliere nazionale Lavizzari ha risposto in maniera chiara ed approfondita ai numerosi quesiti posti dagli intervenuti inerenti la SIAE.

Un ampio dibattito ha fatto seguito alle argomentazioni principali indicate nell’O.d.G. nonché sulla nuova documentazione relativa alla privacy da allegare alla Fita in sede di affiliazione/riaffiliazione.

Prima di terminare la riunione il Dr. De Giuli ha avuto modo di precisare che, salvo diverse disposizioni, entro la fine di luglio dovranno essere modificati i vecchi statuti con alcune postille obbligatorie che, in quanto tali, dovrebbero essere registrate gratuitamente dall’A.d.E.
Quanto sopra in ottemperanza all’entrata in vigore del D.L. 105 del 11/09/18 “codice del terzo settore”
Su quest’ultimo argomento verranno emanate ulteriori precisazioni direttamente nel sito della Federazione

Leggi il verbale redatto da Lorenzo Morena (Presidente Fita Savona)

il Dr. Roberto De Giuli
Il Consigliere Nazionale Giunio Lavizzari
un momento dell’assemblea
Fatturazione elettronica e non solo: cosa è stato detto ad Alessandria all’assemblea interregionale del 12 gennaio 2019