La Federazione Italiana Teatro Amatori lancia una campagna nazionale e territoriale.

Tre punti caldi per i parlamentari, due per Lazio e Lombardia

Anche la Federazione Italiana Teatro Amatori (Fita) della Liguria aderisce alla campagna «Agenda delle Priorità del Teatro Amatoriale», avviata dalla propria rappresentanza nazionale e rivolta a tutti i partiti e a tutti i candidati in lizza alle prossime elezioni politiche, oltre che ai candidati alla presidenza di Lazio e Lombardia.

«Appoggiamo pienamente questa operazione – dichiara Giovanni Cepollini, presidente di Fita Liguria – , che ora rilanciamo ai candidati del nostro territorio. Se infatti la Fita, leader in Italia con più di 1.400 compagnie e oltre 23mila tesserati, è apolitica e apartitica, è altrettanto vero che per il suo ruolo di rappresentanza deve far sentire la propria voce alla politica e ai partiti. Con l’Agenda delle Priorità chiediamo quindi alle forze politiche di assumere un impegno dichiarato nei confronti di una realtà, quella del teatro amatoriale, che ha un ruolo sempre più riconosciuto a livello sociale, culturale ed economico. Chi è disposto a sottoscrivere questo impegno e a portarlo avanti si faccia sentire e noi lo faremo sapere».

Tre le priorità segnalate ai candidati alle politiche. La prima riguarda la Legge sullo spettacolo dal vivo, che Fita ha attivamente appoggiato. «Quella Legge – commenta Cepollini – è in attesa dei decreti attuativi: chiediamo quindi che, in tempi brevi, si apra un tavolo di confronto con il Ministero e che a quel tavolo Fita sia presente».

Il secondo punto dell’Agenda riguarda la «semplificazione della normativa delle associazioni culturali senza fini di lucro e di promozione sociale, mediante un intervento concordato sui decreti di attuazione della Legge di riforma del terzo settore». Il terzo, infine, chiede ai candidati un impegno generale «a prevedere sgravi e facilitazioni fiscali per tutto il teatro amatoriale» ed uno specifico, ossia «l’eliminazione dell’imposta di bollo di 100 euro l’anno sui conti correnti».

Quanto ai candidati alla presidenza di Lazio e Lombardia, l’impegno richiesto è di attivarsi affinché la propria Regione, «in linea con la normativa nazionale e con apposito atto legislativo, riconosca il valore e la funzione del teatro amatoriale e delle Federazioni di teatro amatoriale operanti nel territorio regionale» e «destini alla loro attività idonee risorse finanziarie del settore, anche rimuovendo, ove esistenti, disposizioni che ne limitano l’utilizzo».

Il testo completo dell’Agenda delle Priorità è disponibile nei siti www.fitaliguiria.it e www.fitateatro.it.

Le risposte delle segreterie dei partiti e dei singoli candidati alle politiche devono essere inviate a entro le 15 di giovedì 1 marzo. Saranno pubblicate nei mezzi di informazione della Fita e rese note alla stampa.

scarica: LETTERA ALLE SEGRETERIE DEI PARTITI

scarica: DOCUMENTO NAZIONALE: L’AGENDA DELLE PRIORITA’

scarica: REGOLAMENTO

ELEZIONI POLITICHE E REGIONALI: FITA LIGURIA PARTECIPA ALL’OPERAZIONE «AGENDA DELLE PRIORITÀ» E CHIEDE AI CANDIDATI UN PRECISO IMPEGNO